Benvenuto Home Concetto Riflessione Stelle Mistero Fine La mia passione...IL LOTTO IL FOLLETTO DEL LAGO
Cammino per la strada , passeggio distrattamente, nulla mi turba e sono tranquillo. E’ autunno, i colori del cielo sono ancora piu’ vivi e tutto e’ circondato da quell’ aria frizzantina che ti fa’ sentir sveglio. Raggiungo l’ingresso di un parco dove entrando mi rendo conto ancora maggiormente della bellezza della vita. Tutto, intorno a me, e’ ricco, i colori , gli odori, la sensazione di pace. Le mie emozioni sono cosi’ ricolme di gioia che percorro il sentiero senza pensare… Dall’alto di un albero, una foglia si stacca dal suo ramo e sospinta da una leggera brezza si lascia cadere cosi,’ senza fatica , verso il terreno che gia’ ospita numerose sue simili. La morte , ci accompagna ad ogni istante… La bellezza di questo periodo e’ causata dalla morte di migliaia di foglie che cambiando colore prima di staccarsi ci donano ancora un’ emozione incredibile. Mi siedo su una panchina ,in riva al lago dove brillano le luci riflesse del Sole sulle sue acque profonde . In cielo danzano innumerevoli gabbiani che come al mare cantano, con la loro voce particolare, le gioie del volo. Anitre e Cigni si contendono i pezzetti di pane che un bambino getta sull’acqua. La vita scorre, mentre ad ogni istante… la morte e’ il suo riflesso. Non preoccuparti dice la foglia vedendo il mio smarrimento . Sono stata felice lassu’ attaccata sul ramo piu’ alto dell’albero che mi ospitava. Quanta Luce ho assorbito e quanta ombra o elargito. Sotto di me scorreva un altro tipo di vita, cosi’ movimentata e rumorosa, ma nel mio piccolo sono stata capace di rallegrare le persone che passavano qua sotto. Ho sentito i i sospiri degli Amanti, e una volta ho riparato dal sole estivo il loro primo bacio. Alla sera qualcuno veniva e osservando la Luna circondata dalle Stelle, parlava al Suo Amore lontano che nel Cuore sognava e che tanto Amava… Ci sono stati uccellini che hanno costruito il loro nido qui nel ramo vicino, quello piu’ robusto, e quanti canti ho ascoltato grazie a loro. Poi e’ arrivato il freddo e il colore della mia pelle e’ cambiato, che paura, mi sentivo brutta e pensai che piu’ nessuno sarebbe arrivato vicino a me. Invece le mie nuove forme hanno attirato ancora piu’ attenzioni e i miei Colori hanno ancora testimoniato la bellezza del Cuore Umano. Ora, dopo un leggero colpetto di vento, mi sono staccata…e volavo libera nel cielo, come gli uccellini che molto ho amato. Dolcemente mi sono posata sul terreno con cui ho tanto parlato ma che mai ho potuto accarezzare. Quanti Amici ho ritrovato, eravamo cosi’ distanti una volta, ma ora siamo vicini ed insieme continuiamo il viaggio che ci portera’, alla prossima primavera, a rispuntare sul ramo dell’albero, ma stavolta ancora piu’ in alto. Il Folletto del Lago
Stelle