Benvenuto Home Concetto Riflessione Stelle Mistero Fine La mia passione...IL LOTTO IL FOLLETTO DEL LAGO
Amava le cose semplici e pure,come la pioggia ed il sole, le stelle ed i lampi, era racchiusa in lui la gioia di vivere e passava tutto il tempo ad ammirare la natura non preoccupandosi di lavorare come facevano tutti gli altri abitanti del bosco. Cantava tutto il giorno,dal mattino alla sera, con una voce calda ed inebriante, e raccontava a chi incontrava, questa melodica filastrocca: "A 1000 ce ne sono nel mio cuore di fiabe da narrar... venite con me, nel mio mondo fatato per sognar... non serve l'ombrello il cappottino rosso o la mantella bella per venir con me.... basta un po' di fantasia e bonta'" Davvero era un folletto buono ed amabile, il Suo segreto forse era questo, era davvero "Speciale", sapeva "sognare". I Suoi compagni non lo capivano per queste Sue stranezze e considerandolo uno svampito egoista,un brutto giorno decisero di bandirlo dal regno dei boschi...... il "Petit Chou"....si voi direte.....ma e' solo una piccola testa di insalata ..per di piu' povera e spoglia..... perche' dargli retta?? l'ascolto e' la virtu' di pochi, e' il folletto amava cantare ma anche ascoltare le parole di nuovi amici, infatti: "Che mi importa se e' cosi brutto, egli certo e' molto saggio, l'occasione non la butto e lo ascolto, ed il regno splendido ritornera'".... Infatti il nuovo arrivato altri non era che il saggio consigliere francese della principessa della Valle incantata, in queste spoglie ridotto da un terribile maleficio. La valle dei Re era stata trasformata in pietra, il Lago incantato si era prosciugato e la principessa era tenuta prigioniera da una malvagia e crudele strega. Solo chi fosse stato dotato di bonta' e fantasia avrebbe potuto liberare la Valle dei Re e tutti i suoi abitanti da questo triste destino. Persino il Lago incantato sarebbe tornato ai suoi antichi splendori. Orsu', decise il ns. folletto, partiamo alla riscossa! " Se la principessa liberar vorrai..... una foglia di insalata..all'orso... far mangiar..dovrai"..... si si...insomma proprio quella testa di insalata.... ecco perche' era cosi spelacchiata e spoglia, chissa' quanti valorosi principi avevano tentato sino ad oggi di interrompere questo brutto incantesimo! Sembra un'impresa semplice tutto sommato...ma cosa c'entrera' mai un orso? Senza farsi troppo aspettare eccolo arrivare.... il simpatico orso...anzi a dire il vero, proprio grosso...per nulla ben intenzionato e piuttosto spaventoso..con certi denti aguzzi...ecco perche' nessuno ancora era riuscito a liberare la principessa. Ma il ns piccolo folletto e' uno spirito buono, sempre allegro e non si scoraggia facilmente... Armato della sua foglia di insalata e della sua fantasia...immagina di trovarsi di fronte ad un cucciolo goloso e di avere un gran barattolone di miele!!! Come di incanto quella foglia di insalata di trasforma in miele,l'orso se lo pappa in un sol boccone ed udite udite....all'improvviso scompare tutta quella ingombrante pelliccia per lasciar posto ad una graziosa fanciulla addormentata. La Valle dei Re risorge, ricompare il Lago blu ed il Petit Chou riprende le proprie sembianze umane. Solo il bacio di un animo buono e gentile potra' restituire la vita alla principessa Ren ed il ns amico folletto non se lo fa ripetere due volte. Finalmente tutti felici ed allegri come un tempo,proprio come prima del maleficio in cui il regno era caduto perche' la principessa aveva perso la capacita' di sognare. Da quel giorno il folletto e la principessa regnarono insieme , nella Valle dei Re, dove era ben accolto chiunque amasse sognare , e naturalmente vissero tutti felici e contenti. Finisce cosi questa breve favola e se ne va.. ma aspettate un' altra ne avrete, questo sito mille sorprese avra'. "C'era una volta il mercante dei sogni dira' ed un'altra fiaba comincera'..." La morale createla Voi....non chiedetevi il perche' o il per come certe cose possono o non possono esistere........ Non ha importanza....l'importante é continuare a sognare..................... Il Folletto del Lago